Tv 4k - Tv 4K: l’ultra HD è pronto per entrare nella casa di tutti
21 Maggio 2019 Commenti Lifestyle

Tv 4K: l’ultra HD è pronto per entrare nella casa di tutti

televisori Ultra HD 4K ormai sono presenti in molti dei nostri salotti: tecnologici e all’avanguardia, garantiscono un’esperienza di fruizione davvero unica. Per trovare un vasto assortimento di modelli, Yeppon è l’e-commerce a cui fare riferimento, anche perché mette periodicamente a disposizione una grande varietà di offerte, con affari da non perdere e promozioni interessanti. Chi desidera approfittarne può cliccare su https://www.yeppon.it/televisori/tv-ultra-hd-4k/ e visualizzare le varie schede prodotto presenti.

Che cosa cambia con i televisori Ultra HD

L’evoluzione tecnologica che contraddistingue i televisori Ultra HD, come si è detto, è destinata a migliorare l’esperienza di fruizione dei contenuti che vengono proposti sul piccolo schermo (che, in realtà, al giorno d’oggi è sempre meno piccolo): il riferimento è, per esempio, alla profondità del dettaglio, che ha un ruolo di primo piano sotto il profilo del coinvolgimento degli utenti.
Anche se il Full HD non è ancora morto in maniera definitiva, è il 4K a conquistare l’attenzione e la curiosità dei consumatori, soprattutto perché non sembra ancora giunta l’epoca di una diffusione massiccia dei modelli 3D. Insomma, il presente e il futuro sono segnati da una definizione quadruplicata, capace di rendere le partite di calcio, i film e le serie tv molto più appassionanti.

Ultra HD: che cosa vuol dire e come funziona

Il Full HD, come si è detto, cede il posto all’Ultra HD. Per fare un po’ di chiarezza, con gli HD Ready si parla di 720p, mentre con i Full HD si arriva a 1080p. Grazie all’Ultra HD, la quantità di pixel nell’unità di spazio viene quadruplicata, nel senso che dai 1920 x 1080 del passato si arriva fino ai 3840 x 2160 di oggi. Per cogliere la differenza è sufficiente osservare le immagini trasmesse da un tv Full HD e quelle che vengono proposte da un modello Ultra HD, a condizione che ci si ponga a breve distanza dagli schermi. La caratteristica più importante della crescita del numero di pixel riguarda la possibilità di cogliere un dettaglio decisamente superiore.
I benefici più evidenti si ottengono quando si ha a che fare con immagini panoramiche: si pensi, per esempio, a una ripresa di un campo di fiori dall’alto.

Che cosa cambia con i televisori 4K

Il 4K, pertanto, si impone come nuovo standard di alta definizione per l’intrattenimento domestico, tale da incrementare in misura consistente il realismo delle immagini. In un certo senso, si può sostenere che l’Ultra HD produce un numero più elevato di informazioni. Resta inteso che 4K e 3D sono due tecnologie diverse tra loro, ma anche il primo è in grado di far apparire l’immagine meno piatta, e ciò avviene proprio in virtù della crescita della definizione. Gli utenti, in sostanza, sperimentano una sorta di illusione di profondità.

La sigla Ultra HD è sinonimo di futuro

A dir la verità la sigla Ultra HD, cioè Ultra High Definition, non comprende solo il 4K, ma include anche l’8K. Per avere un’idea delle due differenti proposte, è sufficiente sapere che nel primo caso la definizione è di 2840 x 2160 pixel, mentre nel secondo caso si arriva addirittura a 7680 x 4320 pixel. Mentre il 4K è lo standard de facto di oggi, è lecito attendersi che in un domani non troppo lontano il mondo UHD sarà rappresentato dall’8K. Perché ciò sia possibile, tuttavia, è obbligatorio che alcuni colli di bottiglia vengano eliminati; o, per essere più concreti ed espliciti, che l’8K risulti più conveniente dal punto di vista economico e dunque più accessibile, nella prospettiva di un miglioramento della definizione e della qualità.

I vantaggi dell’Ultra HD

Per il momento, insomma, non rimane che accontentarsi dei benefici offerti dal 4K, ma si tratta comunque di un bell’accontentarsi. Grazie ai nuovi standard assicurati per l’Ultra HD, infatti, cresce in misura consistente il numero dei colori contemplati, che si avvicina sempre di più alla gamma visibile agli occhi umani. Il 4K, in pratica, è ben lungi dal costituire solo un banale moltiplicatore di pixel, in quanto la definizione è appena uno dei tanti aspetti che vengono migliorati. Tra gli altri, spicca la frequenza di refresh delle immagini, grazie a cui vengono limitati gli effetti distorsivi che, in presenza di immagini in movimento, rischiano di limitare la qualità visiva.


Condividi: